Piante carnivore - Vivaio Effezeta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Piante carnivore

Le piante carnivore:
sono piante che intrappolano e consumano protozoi ed animali, specialmente insetti ed altri artropodi,al fine di ottenere i nutrienti essenziali per la loro crescita.
Questa singolare caratteristica è il risultato di un adattamento a quegli ambienti,come paludi , torbiere , rocce e rami affioranti in cui il suolo per la forte acidità è privo di nutrienti in particolar modo di azoto che viene così integrato dalla pianta attraverso la digestione delle proteine animali.

Le piante carnivore hanno sviluppato diversi
tipi di trappole per la cattura degli organismi di cui si nutrono:

Trappole ad ascidio : le prede vengono intrappolate all’interno di una foglia arrotolata a forma di caraffa,contenente un pool di enzimi digestivi e batteri.
Trappole adesive : la cattura avviene tramite una mucillagine collosa secreta delle foglie.
Trappole a scatto : un rapido movimento delle foglie immobilizza l’animale al loro interno.
Trappole ad aspirazione : la preda viene risucchiata da una struttura simile ad una vescica,
al cui interno si genera un vuoto di pressione.

Trappole a nassa: presentano dei peli che dirigono forzatamente la preda all’interno dell’organo digestivo.

Il successo nella coltivazione
Non sono piante difficoltose da coltivare ma hanno bisogno di alcune attenzioni fondamentali :
Sono piante che amano l’umidità e acqua in abbondanza ,consigliamo di  sistemare  le piante nel sottovaso  o sottocassetta sempre colmo  di acqua evitando di far asciugare la torba.
l’acqua deve essere priva di sali e povera di calcio . Ottima è l’acqua piovana oppure l’acqua distillata.
Non è necessaria la concimazione in quanto sono piante che vivono in terreni poveri.
Esposizione soleggiata  durante tutto l’anno almeno per mezza giornata ,è importante tenerle a riposo nel periodo invernale in condizioni fredde favorendo una crescita ottimale in primavera,si consiglia di togliere il sottovaso mantenendo il substrato torboso sempre e comunque umido.

DIONAEA MUSCIPULA :

fino a 35° nel periodo vegetativo, in inverno necessita di riposo da 3° a 10°

SARRACENIA :
fino a 35° nel periodo vegetativo,in inverno necessita di  riposo da 2° a 10°

NEPENTHES:
durante l’anno temperature massime diurne fino a 30° , minime notturne intorno ai 10 -15°

HELIAMPHORA:
durante tutto l’anno temperature massime
diurne fino a 30° , minime notturne da 2° a 10° in inverno non va a riposo.

per maggiori informazioni sulle specie consigliamo di visitare il sito www.aipcnet.it      Associazione italiana piante carnivore

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu